Commenti recenti

  • .31. tutto è magnifico   8 min 14 sec fa

    e probabilmente non ho nessun diritto di esprimermi su uno scritto tanto intimo, ma poichè è pubblico mi permetto di dirti ciò che ho pensato nel leggerti e nel leggere anche il  commento di effetti: "E' vero..." ho pensato "Viola non potrà mai essere  NIENTE, le sue parole, dolorose o arrabbiate, malinconiche o strafottenti, sono  un fuoco così vivo, così vero, così indomabile  da illuminare nel bene o nel male, qualsiasi tipo di nulla"

    e questo sì è magnifico...
     

  • Profili [Lui di domenica   15 min 55 sec fa

    La tua poesia è molto bella, un chiaro "segnarsi" per aver ricordato, o chiesto.
    Io non ho fiori da portare, non mi segno perché non prego, ma ho perso tanto, e il tutto è solo cenere in una nicchia.
    Avrei voluto spargere tutto al vento per poter vedere qualcosa, sentire un'appartenenza nell'aria, ma non potevo mettere bocca... era tardi per farlo.

    Tutto ritorna alla terra, dove altre ossa aspettano e chiamano.

    Ti lascio un caro saluto.

  • Un posto dove tornare   31 min 30 sec fa

    Peccato, mi ero immaginata un altro possibile fine storia.  Tutto velato da una sottile linea di malinconica speranza. Piaciuto.

  • Nero chiaro.   47 min 2 sec fa

    Mauro, mi trovi concorde. Questo non ricordo a quanti anni fa risale con esattezza e, come ho cercato di spiegare,  era uno dei miei primi esperimenti. Mi fa piacere che la musicalità si facesse già sentire ma è vero anzi verissimo che un racconto deve avere sostanza e forma precisa, la quale è dettata dalla  tecnica, dal modo usato per dire e raccontare quella cosa. Grazie per aver sentito il ritmo, dunque. Un caro saluto.

  • Profili [Lui di domenica   1 ora 36 min fa

    sulle ossa dei morti e certi gesti che sembrano delicati... Mi ha colpito quel ficcare il gambo fino in fondo.. I fiori al cimitero mi fanno senso, sembrano corpi in rapida decomposizione. Una fotografia hai scritto!

  • Profili [Lui di domenica   1 ora 42 min fa

    con il senso del dovere, eppure questa persona mi induce a pensare che il suo sia, comunque, un atto d'amore. Interpreto così il gambo della rosa rossa che tocca il fondo, quasi fino ad un'ipotetica radice, come se volesse che il fiore durasse a lungo, attecchendo (anche se quel "come il bene coi ricordi" mi confonde un po'). Beh, sembrava che avessi capito fino in fondo il senso della tua bella lirica, ma qualche dubbio mi è rimasto. Comunque sia, a me è piaciuta, a prescindere.

    Un salutone

    Claudio

  • Profili [Lui di domenica   1 ora 48 min fa

    Una volta vorrei aver assistito a una cosa del genere. Nella mia mente, succede sempre, e lui è mio padre sulle ceneri di mio fratello.
    Suona un perdono tanto amaro, e il tuo è molto dolce, invece.

  • La cortesia   2 ore 1 min fa

    ovviamente, con questa scenetta buffa ho voluto estremizzare una situazione. Avrei voluto dire al mio amico che farsi rovinare la giornata da un imbecille non valeva la pena. Certo che una tipa con le caratteristiche da me descritte mi fosse davvero venuta vicina e si fosse comportata in quel modo... cortesia o non cortesia, io l'avrei "sbranata"! (scusa, ma in questo momento di magra è il termine più consono che mi viene in mente. Siculo, sono!) Eheheheh!

    Un caro saluto

    Claudio

  • .31. tutto è magnifico   2 ore 9 min fa

    Esiste anche il caso di non sapere fare altro che scrivere per poter ridurre in dimensioni minori il peggio/meglio che il mondo ci scaraventa addosso.
    Per i latrinisti, non ti preoccupare.
    Non è grave quando ricevo tanto affetto
    :*

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   2 ore 17 min fa

    Devo essere chiaro.

    Apprezzo di cuore chi vuole la pace... e credetemi sulla parola, io sono uno di quelli. Io non ho mai sollevato l'ascia di guerra contro determinate persone. Semplicemente, se vengo provocato più e più volte, alla fine rispondo alle provocazioni (senza però superare il confine della buona educazione).

    Mi rendo conto che è un peccato, perché molte buone opere passano in secondo piano, perché le discussioni attirano molte più visual di un buon racconto. Questo mi dispiace parecchio, specie per chi ama la letteratura. Ho trovato anche dei buoni amici in questo sito, sia chiaro.
     

    Ciononostante, posso tollerare allusioni (le quali qui dentro sono all'ordine del giorno), ma non certo se si fa esplicitamente il mio nome e cognome con fare diffamatorio.

    Mi spiace Mauro se mi sono dilungato in questo blog, ma ho voluto chiarire questi punti.

    Abbi gioia.

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   2 ore 18 min fa

    questo spazio per rassenerare un po' l'aria pesante che si respira sul net in questi giorni. Non entro nel merito della vicenda attuale (per adirarsi, i protagonisti avranno avuto le loro ragioni), ma a mente fredda gli stessi dovrebbero capire che su neteditor ciascuno di noi è un ospite. Per fortuna, non sono La redazione  -onestamente, non saprei come comportarmi. Detto questo, sottoscrivo parola per parola le tue pacate ed assennate considerazioni. La gentilezza, sinonimo di cortesia, è sempre stato uno dei pilastri del vivere civile.

    Mettete dei fiori nei vostri cannoni, dicevano un tempo i nostri fratelli, zii o padri. E se proprio i fiori a qualcuno sembrerà eccessivo... infilate nelle bocche da fuoco un mazzo di carciofi o qualche cetriolo... sarebbe bello, no?

    Un caro saluto

    Claudio

     

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   2 ore 43 min fa

    Difatti ho parlato ieri con la redazione, ed ho ricevuto una risposta soddisfacente.
    Io sono qui esclusivamente per pubblicare storie, e anche Angela. La redazione in primis lo sa, anche se, per forza di cose, ho dovuto rinunciare alla promessa di non rispondere più alle provocazioni. Alle volte te le tirano, e io sono uno di carattere, non posso sempre stare zitto. Posso tollerare allusioni, ma se fanno nomi e cognomi, allora mi ritrovo costretto a rispondere.

    A me piace la letteratura e, che tu ci creda o meno, sono un pacifista di alto livello. Che ne sanno certa gente, mica mi conoscono, e allora pregiudicano.
    Mi è piaciuta la tua risposta.

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   2 ore 52 min fa
    Farei ridere prima me che te, stanne certo ed è anche vero che non sono uno che porge l'altra guancia.
    Dico solo che a me nel blog e nella sezione opere piace di più leggere i tuoi racconti o tuoi saggi di sicuro talento ed efficacia, e non m'interessano le tue diatribe e le tue lotte personali; hai senz'altro tante ragioni da rivendicare - non lo nego - ma il blog, a mio avviso e per il mio gusto, non è il posto giusto.
    In primis c'è la sezione contatti per chiamare la Redazione e poi tutte le altre istituzioni del caso.

    Ripeto: questo è il mio gusto personale, un cordiale saluto

     

  • CONFINI   2 ore 54 min fa

    al suo splendido scrivere, al tuo che riconosco dentro una forma già vista, al mio che non ne troverà mai una stabile, a quello di chi non riconosco per intemperanza gusto distanza. È deciso! Quella casa impossibile è per me la scrittura quando si trasforma in una certa scrittura... 

  • Dove l’amore vuole   3 ore 1 min fa

    esprimere la deliziosa sorpresa nel leggere questo testo: oltre la forma e altre cazzate, mi ha sorpreso per la verità fin dal titolo. E perché  vi ho visto molte mie giornate a nudo e al sole 

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   3 ore 4 min fa

    "E nemmeno voglio insegnare agli altri che cos'è questo spazio: posso solo dire che cosa non è:
    - un'aula di tribunale;
    - l'ufficio di una Procura della Repubblica o della Polizia Postale;
    - un patibolo per le esecuzioni;
    - una gogna per il pubblico ludibrio;
    - un'arena per insultarsi e minacciarsi e lottare con i leoni e i gladiatori;
    - lo studio di uno psicologo che cura ansia, depressione e altri mali dell'anima."

     

     

    Dovresti guardarti intorno, Mauro, dopotutto tu sei il primo a reagire se ti prendono di mira, o mi sbaglio di grosso?
    Non si possono frenare coloro che subiscono. Ricordi quando sostenesti Antonino Giuffré? Non mi dire che vai a simpatia, mi deluderesti enormemente.

    In questo sito bisogna stare in pace, SOLO se ti lasciano in pace. Tu lo sai fin troppo bene.

     

  • .31. tutto è magnifico   3 ore 11 min fa

    anche il terroretremore, quando diventa scrittura. Ho visto quella forza distruttice all'opera in alcuni testi, ho pensato cosa li abbia preservati dalla distruzione [che magari non ha risparmiato i suoi creatori] perché sono rimasti in un universo ridotto a tubo di scarico... Quella strana forza l'ho intravista anche nei tuoi testi e ne sono rimasto sorpreso, ho pensato che certi dolori sembrano più intelligenti di altri e che questo fa ridere per la sua ingiustizia: uno gli muore il cane e ha solo le lacrime; un altro ha le lacrime e le parole anche, che non sono un granché; un altro ancora ha le lacrime e le parole, che trasforma in splendide scritture!

    Contravvenendo all'affermazione che più volte ho fatto, a proposito della mia predilezione per l'interazione con le opere piuttosto che con le persone [chi non si contraddice resta prigioniero delle opinioni] ti ho vista all'opera, attraverso le tue parole, ti ho vista sfidare la morte e scrivere su di essa e/o strappare a morsi di parole l'orrenda opera di nientificazione che quella procura a tutti noi. Non dimenticherò mai la sorpresa! Alcuni dolori diventano più interessanti degli altri, che finiscono nel grande scarico; non è giusto, questo mondo è un delicato abominio di ingiustizia, per quella parte di natura per la quale è inutile alzare tribunali. Anche a me la morte mi ha sfiorato, ho perso una persona cara ma non riesco a scriverci niente. Sto rivedendo molte cose e spero di non arrivare mai a scrivere una pagina come questa; non ne ho il coraggio o il mio è  un altro stile. Non tutti i dolori [e altri sentimenti...] sono uguali davanti alla scrittura, che ha volte mostra una delicatezza inconcepibile. Altre si pone come tribunale patibolo ultimo luogo di espiazione... Chi o che cosa ne deve portare il peso?

    Ti saluto strappando un angolo a questo spazio usato da alcuni come una latrina, un'arena per lotte di branco e voglio dire a questi fantocci della giustizia, che nemmeno un dio può assicurare sulla terra, voglio dirgli tutto il mio disprezzo. Almeno avessero il coraggio di condurre questa insensata lotta da soli, corpo a corpo, intelligenza contro intelligenza... Volevo scriverti sulla forza nelle parole quando diventano scrittura, su quella passione che riconosco in tutti gli uomini e in tutte le donne che hanno sfidato il reale, per consegnare la loro utopia o l'esatto contrario di tutte le utopie che le masse hanno trasformato in incubo sulla terra. Non ha nessuna importanza vincere, essere riconosciuti e incensati, produrre opere valide per tutti quando magari scrivendo ci si rivolgeva ad un genere umano non più  zavorrato dalle pesanti passioni, o magari si scriveva per qualcosa che non esiste, che non ha ancora una forma definita. Parlo al passato come se lo scrivere oggi fosse impossibile o come se l'atto umano fosse in pericolo di - perché quando scrivi è come se riallacciassi un legame con tutta l'umanità [anche se sei e/o ti senti solo] ma quando scrivi così come hanno scritto altri prima di te, così senza riconoscerti in una pratica, in una tradizione, così perché le giornate diventano meno insopportabili, quando tu scrivi così quella forma di scrittura ne solletica molte altre. Ciao V.

     

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   3 ore 11 min fa
    è bello sentire la tua presenza, perchè anche tu, come Monica, sei una persona che ama da anni questo posto.
    Continuo il ragionamento che facevo con Monica: in uno spazio d'amicizia e di gentilezza sarebbe bene considerarsi non solo in credito, ma anche IN DEBITO verso gli altri utenti che ci ascoltano, ci leggono e condividono con noi i loro dolori e le loro gioie.
    Al nichilismo totale di certuni che passano da qui, ho sempre ricordato che la lotta per sopravvivere, il darwinismo sociale, non esclude il senso di gratitudine e di debito per un sorriso ricevuto, un colore del mare, il volo di un uccello, l'ascolto di un amico, una musica.
    Se tutti diventano creditori di tutto, resta solo la bancarotta umana.

    Per questo ti ringrazio di cuore, abbi gioia
     

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   3 ore 22 min fa
    e d'incontri, così come la vita stessa è non solo una lotta ma anche una meravigliosa arte dell'incontro.
    Noi che siamo qua da anni amiamo questo spazio e con questo non voglio dire che tutti lo devono amare nel mio modo.
    E nemmeno voglio insegnare agli altri che cos'è questo spazio: posso solo dire che cosa non è:
    - un'aula di tribunale;
    - l'ufficio di una Procura della Repubblica o della Polizia Postale;
    - un patibolo per le esecuzioni;
    - una gogna per il pubblico ludibrio;
    - un'arena per insultarsi e minacciarsi e lottare con i leoni e i gladiatori;
    - lo studio di uno psicologo che cura ansia, depressione e altri mali dell'anima.

    Per me il blog di Neteditor è uno spazio Sacro dove incontrare persone che hanno interessi affini, e pertanto un luogo d'amicizia e gentilezza.
    Come mi hanno insegnato i miei amici cani e gatti, conta più la struttura del branco e della colonia di cortile che le contingenze individuali.
    A nessun cane viene mai in mente di mettere in discussione le emozioni del branco che si porta dentro.
    Noi che siamo umani - e dovremmo essere più evoluti - dovremmo essere gentili e rispettosi con gli spazi che ci permettono di esprimere noi stessi e fare amicizia.

    Come hai detto in modo meraviglioso nel blog di Mario, insieme a Roberta, dovremmo sostenerci e farci contagiare dalla gioia e dalla forza dell'amicizia e della gentilezza.
    La gentilezza è sentirsi in debito con la vita, per esserci, e con gli altri, perchè ci ascoltano e ci danno energia con la loro presenza.
    Se ci crediamo sempre creditori di tutto, facciamo tutti bancarotta, perdiamo tutti.

    Abbi gioia e grazie
     

  • IL PARADISO DI DANTE ILLUSTRATO DA GUSTAVE DORE   3 ore 26 min fa

    Qui non si misura il tempo con le ORE, ma con le ERE (era fascista, era democristiana, ecc.). Ed ora ERA CONFUSIONARIA). Ho pubblicato oggi un filmato dedicato ad un giovane scultore, vorrei che lo guardassi e magari mi scrivessi due righe di commento. Ciao! Baldo

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   4 ore 1 min fa
    m*

    Quando la misura e la gentilezza si aggiungono alla forza, quest’ultima diventa irresistibile.
    (Gandhi)

     

    ...e la forza di cui parla Gandhi non è certo una forza fisica bensì il coraggio di miglioramento per una umanità che dovrebbe tendersi le mani

    Grazie Mauro per questo angolo di serenità che hai aperto.

     

     

     

  • TOCCATA E FUGA...2° puntata (rilettura in chiave umoristica della vita e delle opere di Johann Sebastian Bach)   4 ore 35 min fa

    che ti leggo, ma lo sai che sei bravo? (certo che lo so, dirai tu, altrimenti cosa stavo qui a pubblicare?)

    Comunque, vedrò di andarti a raggiungere mentre sei in fuga da qualche altra parte (però, aspettami che vado a prendere l'auto perchè, correndo correndo, ho superato gli -anta- senza accorgermene).

    Ciao e, credo, a presto.

  • TOCCATA E FUGA...2° puntata (rilettura in chiave umoristica della vita e delle opere di Johann Sebastian Bach)   4 ore 43 min fa

    che ti leggo, ma lo sai che sei bravo ? (certo che lo so, penserai tu, altrimenti cosa stavo qui a pubblicare?)

    Complimenti, comunque, vedrò di raggiungerti mentre sei in fuga da qualche altra parte (però, abbi pazienza, vado a prendere l'auto perchè, correndo correndo, ho superato gli -anta-).

    Ciao e, credo, a presto

  • Il gusto della gentilezza (il blog è uno spazio d'incontro, Sacro)   4 ore 50 min fa

    permettimi di rifletterne ancora con Platone....

    Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre
    (Platone)

    e Beethoven....

    Io non conosco nessun altro segno di superiorità nell’ uomo che quello di essere gentile.
    (Ludwig van Beethoven)

     

    Credo ce ne sia bisogno.

    Buona giornata

     

     

     

  • Testa di uomo   4 ore 55 min fa
    ***

    Horror e ragazzi sono un'accoppiata molte volte efficace per varie ragioni.

    Il racconto - la testa / ragno mi ricorda la scena di un film di Carpenter - ha un buon ritmo e quindi, benchè lungo, si fa leggere bene.

    Unica cosa che forse rimane in po' in ombra è il rapporto tra i due ragazzi.,

    E' il tuo primo che leggo e quindi benvenuto.

     

  • Visite ricambiate   5 ore 5 min fa

    Grazie. In questo modo possono valutare senza compromettere niente.
    Comodo provocare e poi chiedere di cancellare tutto per sviare. Tutto deve rimanere in bella mostra.

  • Non avevo paura.   5 ore 7 min fa

    caso mai, i vostri commenti, che accolgo con emozione e gratitudine.

    Vi abbraccio.

  • Visite ricambiate   5 ore 10 min fa

    saranno loro, come hanno già fatto censurando una comunicazione privata di Viola B. a me, a valutare la questione e a regolarsi di conseguenza.

  • Visite ricambiate   5 ore 28 min fa

    Mario De Pascale, io invece ti chiedo di non cancellare niente, perché tutti devono vedere come risponde Aldino, e per altri motivi che non espongo.
    Ti ringrazio. Chiedere di cancellare prove è troppo comodo.

  • .31. tutto è magnifico   5 ore 32 min fa

    Viola, ti chiedo scusa se mi sono lasciato prendere dalla situazione di individui che meritano solo l'intervento di chi sappiamo.

    Rimuovi quello che esula dal tuo scritto,  che riguarda il mio 'apporto'.

    Ti auguro una spendida giornata.