Commenti recenti

  • sono anch'io sorella di Stefano Cucchi   32 min 11 sec fa

    Roberto Mandorlini, comandante interinale della stazione Roma Appia, accusato dalla procura di Roma di aver coperto i suoi colleghi scrive: "Resistere, resistere, resistere".  E poi: "L'attacco all'Arma è sotto gli occhi di tutti. Ai miei uomini dico:"Testa alta e petto in fuori e non demordete, non date soddisfazione al partito dell'Antipolizia e a chi si sta arricchendo sulle nostre spalle con soldi sporchi"". Chissà cosa avrà voluto dire?

    Sempre fumose e pretestuose le reazioni dei tutori dell'ordine indagati. Mai che entrino nel merito delle accuse per cui vengono perseguiti.

    Mi è sicuramente sfuggito quando l'hai pubblicato, non sarei mancato,Ilaria Cucchi è sempre stata nei nostri cuori.

    Ciao Gabriella

     

     

  • Il cane della puttana vomita sul pavimento   1 ora 45 min fa

    Bisognerebbe chiedere a loro..

  • Il cane della puttana vomita sul pavimento   1 ora 47 min fa

    Grazie mille, Monica!

  • Il cane della puttana vomita sul pavimento   1 ora 48 min fa

    Non uso il termine "puttana" in modo dispregiativo, pertanto ho ritenuto oppurtuno utilizzarlo fino in fondo. Grazie mille per il commento.

  • Cagna 522   1 ora 51 min fa

    Sapevo che leggere un racconto di Rubrus può sempre portare momenti piacevoli anche quando tratta "i soliti scontati argomenti", per questo l'ho letto anche se non intendevo legger nulla, oggi. E come avrai già capito penso proprio di aver fatto bene perchè un Rubrus banale è una contraddizione in termini (almeno quando non tratti di vampiri: lì nemmeno te ci riesci, eh, eh). Certo, come dice Peppe, non è un horrorino, di cui sei massimo specialista, ma, dico io, chi se frega: decisamente carino. Ho capito bene, però? Alla fine il cane se lo è dovuto tenere l'amico avvocato? Del resto Piero soldi ne aveva pochi e la moglia amava i gatti. Ciao.

  • Il cane della puttana vomita sul pavimento   1 ora 52 min fa

    Grazie mille, Ana Maria!

  • FALCON TEMPO E IL PROGETTO "STARDUST" di 90Peppe90 e Mauro Banfi   1 ora 59 min fa

    Devo dire la verità - e, ne sono certo, gli amici che hanno assistito alla nascita e al (parziale) sviluppo (sì, Maurone l'ha già detto, si tratta di un cantiere ancora aperto) del "Progetto Stardust" (che nome altisonante!) lo sanno: non mi sarei aspettato un'accoglienza così entusiasta da parte di chi avrebbe letto la prima opera, questa sorta di... pilot (visto che oggigiorno vanno così di moda le serie TV). E non perché pensassi che il racconto di Mauro fosse di basso livello, mi pare pure superfluo dirlo. Quanto, piuttosto, per le caratteristiche proprie di Stardust, una grande storia narrata a tasselli, per viaggiare con la fantasia attraverso lo spazio, il tempo, l'anima dell'uomo e della natura... ma, soprattutto, una storia fatta per divertirci e far divertire. Caratteristiche, dicevo, che mal si accordano a una web-lettura, nella maggior parte dei casi, specie su un sito strutturato come Net (non è una critica ma la semplice constatazione del fatto che Neteditor esiste per accogliere pubblicazioni di tipologia ben diversa: siamo noi che stiamo provando a fare qualcosa di altro, in un certo senso). Oh, diciamocelo chiaro e tondo: la lettura su web, specie se "serializzata", dà spesso troppe noie - di tutte le tipologie possibili e immaginabili - rispetto a quella su carta (a tal punto che, spesso, finiamo per stampare certe opere che troviamo su Neteditor per poter leggerle e assaporarle meglio).

    Comunque sia, ecco, sono contento e stupito del riscontro che ci avete dato nei commenti quassù, e incredibilmente felice e curioso di ciò che farà il nostro caro Giancarlo. Un net-autore (oltre che net-amico) che stimo tantissimo e che conosco bene, tanto da poter dire di essere sicuro che non ci deluderà affatto. Come ha già detto Mauro, chiunque può partecipare, basta avere voglia, tempo, creatività... vi chiediamo soltanto di contattarci prima per dare uno sguardo alle opere eventualmente proposte solo per verificare che esse possano inserirsi correttamente nel grande mosaico che, se tutto andrà bene e in accordo agli impegni quotidiani di tutti noi (dannazione, FRANK MILLER è dal dannato 2005 che sta lavorando a All-Star Batman & Robin pubblicando, in 12 anni, soltanto dieci albi...!), si andrà a creare, alla fine. 

    Qualche opera è già pronta e i nomi coinvolti sono di un certo livello: Bule, BRUTTOMABUONO, Rubrus... perciò, state pronti! 

    Nel frattempo, linko qui due miei vecchi racconti (probabilmente qualcuno di voi li avrà già letti) che faranno da base per un paio di storie che verranno sviluppate nell'ambito di Stardust:

    L'indossatorehttp://www.neteditor.it/content/220479/lindossatore

    Luccichiohttp://www.neteditor.it/content/206321/luccichio

  • Gianfranco Tedeschi: un altro sindaco del PD indagato dalla magistratura   2 ore 3 min fa

    sei più che efficace. Più in là riferirò altro del protagonista di questo articolo. Il quale, nel suo relativamente piccolo, rende efficacemente la situazione nazionale. Questo sindaco totipotente, figlio di...comunisti(sic!), è il prodotto della patologica metamorfosi di questi ultimi verso il più vergognoso asservimento al potere finanziario testimoniato ormai in maniera lampante dai sinistri componenti dell'odierna asinistra.

    Ciao, Piero

  • Integrare o uccidere la Costituzione?   2 ore 10 min fa

    l'acuto commento. Peccato soltanto che ad avere quest'ottica siamo soltanto noi due e appena qualcun altro. Troppo pochi. Gli altri sono tutti in qualche modo asserviti a queste cricche di potere che hanno ormai distrutto un Paese altrimenti bellissimo.

    Ti auguro la buona notte,

    Piero

  • MONDO CANE   2 ore 24 min fa

    Il nome mi aveva fatto venire qualche sospetto. E anche il modo in cui il bambino descriveva la propria vita. Qualcosa non quadrava, non quadrava per niente. C'era sotto qualcosa e, infatti, così è stato. Non aggiungo molto altro perché il racconto dice tutto e i commenti che mi hanno preceduto sono già brillanti e puntuali, come i nostri amici del Net ci hanno abituato. Dico solo che la frase finale è un capolavoro. E no, non penso qualcuno possa davvero trovarlo, in qualunque modo, inopportuno o provocatorio. Almeno spero.

    Grande Tony, certezza costante.

    Un abbraccio.

  • Cagna 522   2 ore 28 min fa

    Un racconto simpatico e non privo di punti riflessivi come, magari superificialmente, potrebbe apparire. 

    Però mi manca un bell'horror cattivello devil

  • L'incontro   2 ore 35 min fa

    Sono contenta che la storia giri. Molte volte, pur con tutte le buone intenzioni del caso, nn succede. Quanto allo stile, sulla frase reiterativa "gli uomini sono eccetera" sono d'accordo. Sul gergale capisco in termini di gusto, ma non cambierei. Il narratore nn è davvero un pdv esterno. Se lo facessi esprimere in modo diverso sarebbe, dal mio punto di vista, incoerente con la coscienza del ragazzino.

  • CATTIV   2 ore 52 min fa

    Ciao Diotima, ti ho vista spesse volte nella pagina Ladri di Emozioni su facebook.

  • Ho sbagliato treni e orari   3 ore 57 min fa

    Metafora perfetta.....

  • Gli invasori   4 ore 19 min fa

    Eh sì, in effetti è stato impegnativo e, come spiegavo subito qua sopra a Roberta, mi ci è voluto parecchio perfino a decidere di provare a scriverlo. Mi fa tra l'altro assai piacere quando qualcuno commenta qualcosa del tipo "lo stile ti rappresenta pienamente", perchè io spero di avere davvero uno stile ma ricordo una commentatrice del passato ormai cancellatasi dal sito e che era ritenuta molto sincera (la bocca della verità, disse qualcuno) che trovava il mio modo di scrivere piatto. E io mi sono sempre chiesto se aveva ragione perchè mi sa proprio che sia più facile vedere lo stile altrui che il proprio.

    Sono molto lieto che il racconto sia piaciuto molto anche a te. Scarso audience ma alto indice di gradimenti, a quanto pare, e a me la cosa va più che bene, come dicevo più sopra, non sto più a preoccuparmi della quantità, anche se essa mi serve comuqnue per trarre conclusioni. Grazie e ciao.

  • Il profumo dell'acqua   4 ore 26 min fa

    Ahahah no ferrarelle, liscia rocchetta!

  • Gli invasori   4 ore 28 min fa

    In effetti non ero nemmeno sicuro che fosse alla mia portata. Ho impiegato moltissimo tempo per decidermi ad affrontarlo, proprio perchè non ero convinto di riuscire a trarne qualcosa di buono, ma al momento di stabilire il mio progetto successivo mi sono detto: "è inutile tenere l'idea a dormire in eterno, o provo a realizzarla o tanto vale buttarla via." Del resto spesso mi è capitato, al momento di scegliere quale idea realizzare, di buttarmi non sull'idea che mi convinceva di più su quella che mi lasciava più perplesso e devo dire che finora mi è andata quasi sempre bene. E così eccolo qua e devo dire che io sono soddisfatto del risultato e se piace anche ad altri ovviamente non posso che esserne ancora più soddisfatto. Grazie e mille, quindi. Quanto ai fatti storici: qualcosa ovviamente già sapevo di mio, ma prima di affrontare lo scritto mi sono documentato, sia sull'Europa di inizio '500 sia su Incas e Aztechi. Ciao.

  • Gli invasori   4 ore 39 min fa

    Beh, nel frattempo qualche commento è arrivato e magari, chissà, altri arriveranno da gente che magari ora è assente e verrà più avanti a vedere se ho scritto qualcosa, ma guarda, ho smesso da un pezzo di preoccuparmi di questi particolari, quando a suo tempo fermai la mia attività per ben 15 mesi uno dei motivi fu proprio questo: cominciavo a preoccuparmi un po' troppo del numero di commenti che ricevevo.

    Ti dirò che al di là del mio modo di scrivere, che mi porta a usare termine che io non considero desueti (perchè sono semplicemente "miei") ma che tu, ben più aggiornato di me circa questo particolare, vedi superati, anch'io considero "imperituro" datato, ma dopo avelo messo e meditato, considerato che il racconto è ambientato nel '500, ho deciso che tanto valeva lasciarlo, la gloria imperitura poteva ben essere un desidierio di un uomo di quel tempo, no?

    Molto lieto che il mio racconto ti sia piaciuto.

    Quanto all'altro racconto ucoronico. In effetti il più lungo scritto che ho messo io finora, "Non sono un vigliacco", è tutt'altro che breve ma è stato molto commentato e qui su Net ce ne sono anche di più lunghi anche apprezzati. Del resto lo scarso numero di commenti giun ti finora per questo mi fa anche pensare che il genere possa riusultare troppo ostico alla maggioranza dei lettori e quindi continuo a essere assai dubitoso. Deciderò nei prossimi mesi.

    Ciao.
     

  • sono anch'io sorella di Stefano Cucchi   4 ore 44 min fa

    noi, sorelle di Stfano Cucchi, abbiamo capito che lottare non è sempre vano.

    ° (una sentenza in appello ha riconosciuto, nella morte di Stefano, un omicidio preterintenzionale ad opera dei poliziotti che erano andati, precedentemente, assolti)

  • Eroe per caso/ ovvero: Priorità (paese 3)   4 ore 50 min fa

    che bella iniezione di auto-stima hai voluto somministrarmi, grazie di cuore. Cogli nel segno, ho sempre una tal fretta di...scappare dalla penna, penso sia una forma di pudore, e timidezza, Nel merito del finale, era intrinseco ai fatti: Umberto andava in realtà tamente piano che, alla peggio, il pullmino sarebbe solo lentamente scivolato a lato strada; ma il fulcro era quell'atmosfera di tensione che è circolata nell'aria rarefatta e bianca della campagna invernale.

    Ancora grazie, una buona serata a te

    Gabriella

  • Giochi d'acqua   5 ore 5 min fa

    Me l'hai già detto, ma mi piace sentirlo ripetere....

    G.

  • Se desideri con forza   5 ore 8 min fa

    Magari! Comunque, una vecchia lampada impregnata di saggezza (mio malfìgrado).

    Grazie.

    G.

  • Cerchi nell'acqua   5 ore 11 min fa

    A volte sì a volte no, come la nostra vita.

    Grazie.

    G.

  • L'incontro   5 ore 55 min fa

    … i destini di un uomo e di un animale i quali sembrano intendersi, proprio come due vecchi amici (o nemici), leggendo l’uno negli occhi dell’altro. C’è tensione, c’è ritmo, c’è pregnanza di significati. Lo stile, tuttavia, non risponde alle mie preferenze, perché mi sembra un po’ troppo minimalista. Anche qualche frase mi sembra discutibile o perché troppo colloquiale (s’è per questo gli aveva…) o perché troppo “marcata” (“Perché gli uomini sono molto peggio dei cani”: questo lo capiamo da soli attraverso il tuo bel racconto). Nel complesso mi è piaciuto.

    Un caro saluto. 

  • Sogno virtuale   6 ore 1 min fa

    Sono d'accordo...un fazzoletto sporco....la solita banalità!

  • Quel che di erotico vedo in te.   6 ore 5 min fa

    Infatti, mah, viviamo e lasciamo vivere, è meglio! Grazie mille!

  • Quel che di erotico vedo in te.   6 ore 7 min fa

    Viviamo in un'epoca di contraddizioni : censurano una poesia erotica ed elegante, per nulla volgare, ma lasciano circolare volgarità estreme....

  • Il profumo dell'acqua   6 ore 8 min fa
    ?

    Gassata o Ferrarelle?

  • Quel che di erotico vedo in te.   6 ore 8 min fa

    Ahahah! Grazie, infatti il tango sarebbe perfetto. Un saluto. Matilde

  • Sogno virtuale   6 ore 9 min fa

    Guarda che si diventa ciechi!!