"DULCISSIMA MATER"

ritratto di Rodolfo Vettorello

 “DULCISSIMA  MATER” 

(citazione di Salvatore Quasimodo)

 

Mia “dulcissima mater” mi hai dato

il più grande di tutti gli amori.

Sono nato alla vita

in un giorno d’estate,

così porto di dentro  

il calore rovente del sole

e la sete infinita di tutto,

il bisogno di bere l’amore.

La mia vita è segnata per sempre

dalle cose imparate,

quando tu mi dicevi:

“tutto è limpido agli occhi di quelli

che hanno limpido il cuore.”

 

Ho imparato vivendo

che si vince perdendo alle volte.

Ho imparato ogni cosa che serve

per serbare  leggero il mio cuore.

 

Ho imparato il coraggio che occorre

per lasciarti partire.

Così quando vai via 

                                tu mi dai,

mia “dulcissima mater”  Maria,

il più grande di tutti i dolori

ma il dolore spietato si arrende

sulla spiaggia dolente del cuore,

in un soffio, 

                     così,

                                 dolcemente.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Diotima

ha provato il peso che un

ha provato il peso che un cuore amante deve sopportare, a te ha insinuato un cuore appassionato che sa coltivare certi impulsi e batte nel vasto mondo mai da solo.

ritratto di Nikètor

certo che alla creazione di questa commovente ed hermosa lirica

hanno partecipato oltre  i legami e l' amore familiare,anche la forte influenza del  mito della Grande Madre Mediterranea,presente in Europa meridionale, che, attraverso i millenni è giunto archetipalmente a influenzare le nostre famiglie.In particolare con la sua parte benigna:compassione,commiserazione, il tenerissimo  amore materno.Le tracce di questo mito,si rilevano in anche in certe espressioni compassionevoli,come "POVERETTO !" "Pazienza!

 

 

Ti ringrazio del piacere che mi ha dato il leggerla e goderla.

Ciao ed auguri

Gilberto