Non posso niente

ritratto di Tintin
Non posso niente.
Al massimo una corsa di notte su un lungo mare che non pretende di essere sogno.
La realtà aumentata di un prato, i baci al mattino, la fantasia in rosso di un ballo improvvisato dentro di te.
L'assenza.
Ogni volta che ci sono e non mi vedi.
Le prove di telepatia dentro l'armadio col casco da cross e i tuoi fogli in mano.
La voce esce solo quando il corpo manca, portami dentro casa tua e dammi ai tuoi mostri.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di effetticollaterali

Una dichiarazione di impotenza

rovesciata in scrittura, dimostra che tenerezza ed intelligenza non sono incompatibili. Notevole la chiusura ↑↑↑

ritratto di Tintin

Ohi ohi

fortuna che ci sono le notifiche mail altrimenti mi sarei persa il tuo commento; davo già per scontato che questo spazio fosse morto e sepolto. 

Ti ringrazio, tanto!

ritratto di monidol

Ti sto leggendo tutta

;-) ... e mi piace davvero molto come scrivi.

Oggi non ho tempo per tanti commenti ma sappiti applaudita.

ciao

moni
 

ritratto di Tintin

Gli applausi

mi commuovono:) Grazie Moni