Un delitto semplice

ritratto di RICCARDO ALBERTO QUATTRINI
È stato edito da Lettere Animate il mio terzo romanzo, sequel di Ombre nere sulla laguna. Dove vede nuoveamente il commissario Pino Bonivento alle prese di un delitto che da principio pareva semplice ma poi... 
 
 
Undici pallettoni da otto millimetri sparati a distanza ravvicinata, un parabrezza frantumato, un volto irriconoscibile, riviste pornografiche sparse sul sedile e un membro fuori dai pantaloni, fanno immediatamente pensare a un delitto passionale. Il morto è un importante e stimato proprietario terriero certo Artemio Libonati, la sua azienda da lavoro a centinaia di mondine, che ogni anno per circa quaranta giorni, animeranno quegli acquitrini del Monferrato, con le sue estese risaie che si perdono a vista d’occhio. La cittadina di Casale Monferrato è in fermento per i preparativi delle elezioni politiche, che si svolgeranno di lì a qualche mese e questo delitto complica la vita al commissario Pino Bonivento. Se dapprincipio quello che sembrava un delitto semplice, col progredire delle indagini, si dimostrerà sempre più complicato, intricato e oscuro per il commissario, che lo porterà sulle tracce torbide di un altro efferato crimine compiuto durante la Resistenza. Con un gioco di incastri e di ingranaggi, si perfezionerà nella scena finale, un esito inaspettato e drammatico.
 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento