GLI MANCAVA QUEL SORRISO SPECIALE

.

Al centro della pista circolare

il comico-pagliaccio intratteneva

il pubblico con giochi fantasiosi

ed ogni spettatore sorrideva.

 

Il compito spettante ad un pagliaccio

è quello di far ridere la gente,

ma in questa finta maschera del ruolo

celava un’amarezza deprimente !

 

Il suo sorriso con la bocca larga,

dipinta da un eccentrico colore

e la pallina rossa sopra il naso

servivano a nascondere il dolore !

 

Adesso è là, al centro della pista,

davanti a numerosi spettatori,

i bimbi che lo guardano estasiati

attendono i suoi giochi ingannatori.

 

Inizia lo spettacolo del circo,

si muove allegro con disinvoltura,

saltella, ride, gioca con la palla,

si presta a qualche allegra fregatura

 

del suo amico che gli fa da spalla

e gli propina scherzi inaspettati,

ma lui sta al gioco e spesso s’avvicina

a dei bambini meno spaventati

 

e si concede a farli divertire

facendo scomparire le sue mani

e nel vedere i bimbi sorridenti

inizia i suoi giochetti più balzani.

 

I genitori ridono coi figli,

si forma una bellissima atmosfera,

sorridon tutti in mezzo al buonumore,

subentra un po’ di musica leggera

 

e lui, il pagliaccio, prende a declamare

le favole più belle in filastrocca,

il pubblico lo segue con passione,

guardando soprattutto la sua bocca

 

ch’emette smorfie per sollecitare

in tutti la letizia ed il sorriso,

al termine l’applauso… è scosciante,

gli scendono le lacrime sul viso !

… … … … … … … … … … …

 

… Il figlio giace in coma all’ospedale

a causa d’un gravissimo incidente:

… con la sua mamma sulle strisce bianche

(per colpa d’un distratto conducente)

 

è stato trascinato per la strada

ed è rimasto al suolo inanimato !

Soccorso dalla gente di passaggio

con l’ambulanza è stato trasportato

 

all’ospedale con la madre a fianco,

che piange e prega per la sua sorte

e non si muove un attimo dal letto,

il suo dolore è immenso, batte forte !

 

Frattanto il clown, salutando in fretta,

è uscito mestamente dalla pista,

s’è subito cambiato per partire

con il fratello pronto a far d’autista,

 

il quale appena in macchina gli ha detto:

“Tua moglie ha chiamato al cellulare

dicendo che il bambino s’è svegliato

dal coma e non fa altro che chiamare:

 

papà, dov’è papà coi suoi giochetti?”

Il clown è tornato in camerino,

ha preso ciò che serve ai giocolieri

ed è partito verso il suo bambino !

… … … … … … … … … … …

 

Nel mentre si esibiva accanto al letto,

con emozione osservava il viso

del bimbo che, con gli occhi semichiusi,

mostrava finalmente il suo sorriso !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento