DIAMO IL GIUSTO MERITO ALLE NOSTRE MOGLI

.

Gli stipendi sono bassi

e ci sono troppe spese,

con la crisi che c’è in giro

non si arriva a fine mese !

 

Sopra i banchi del mercato

l’insalata è aumentata

e la frutta come sempre

è già stata ritoccata !

 

Le massaie dentro casa

sono in piena agitazione

e se vanno a far la spesa

cadon tutte in depressione !

 

Il carrello più che spesso

all’uscita è mezzo vuoto,

come pure il portafoglio

ch’è partito … per l’ignoto !

 

Fino a un paio d’anni prima

c’erano tutte banconote,

ora invece le sezioni

sono sempre tutte vuote !

 

Niente più biglietti grandi,

solo spiccioli in moneta,

non si compra il parmigiano …

si rimane tutti a dieta !

 

Queste nostre casalinghe

sempre ligie al matrimonio,

piano piano ad una ad una

stan rischiando il manicomio !

 

Come fanno a far la spesa,

lo stipendio non le basta,

se ci pagan le bollette …

non ci comprano la pasta !

 

E le spese per i figli?

Libri, penne e la cartella,

il cestino con la mela

ed il pane e mortadella !

 

Sotto l’albero a Natale

i regali non ci sono,

c’è soltanto la calzetta

per chi è stato tanto buono !

 

Queste mogli veramente

son proprio tutte quante

delle martiri ed il Papa

le dovrebbe fare sante !

 

I miracoli li fanno

solo loro tutto il giorno

e la sera se il marito

dentro casa fa ritorno

 

non le degna di uno sguardo,

mentre loro, con dolcezza,

gli fan subito passare

la tensione e la stanchezza !

 

Sono brave, son gentili,

sanno stare al loro posto,

sono maghe, sono fate

dall’amore bendisposto !

 

Sanno amar con devozione

ed il massimo rispetto,

sanno dar soltanto loro

dolci coccole ed affetto !

 

… Ma purtroppo, qualche volta,

sia di giorno che di notte,

son costrette anche a subire

invettive, offese e botte !

 

Tutto questo non è giusto,

fanno tanti sacrifici

mentre avrebbero diritto

solamente ai benefici !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento