Comunque e Sempre

ritratto di marina lolli

E resto li, ad aspettarti,

immobile

sulla porta del tuo cuore,

prenditi pure il tempo

tutto il tempo,

il tuo,

e il mio tempo,

prendi il sole che brilla nei miei occhi

e lascia a me l’oscurità della tua notte.

Aspetterò

comunque

e sempre

con l’anima in panne,

sporca del tuo indugiare

le mani strette,

a trattenere il niente

ed un sorriso,

lieve che ti accarezza,

piano,

mentre ti lascia andare.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)