Il M5S dà una mano allo squadrismo leghista.

~~Il M5S dà una mano
allo squadrismo leghista

Oramai non ci sono più dubbi. L’ambiguità morale del M5S sta dando una mano incredibile allo squadrismo fascista della Lega di Salvini.
Anche se non si conoscono i termini dell’accordo concluso fra Salvini e Casalegno un fatto risulta certo: a partire da quell’ incontro, vero o presunto che sia, il M5S ha deciso di astenersi in Parlamento dal voto sulla legge riguardante lo “ Ius Soli” e, da parte sua, la Lega ha esasperato la propria opposizione assumendo atteggiamenti squadristi persino a Palazzo Madama.
Di fronte a questi comportamenti non è possibile chiudere gli occhi e voltare la testa dall’altra parte. Con il loro comportamento gli uomini del M5S stanno consentendo alla Lega di passare dalle parole ai fatti, dalle minacce alla violenza.
Il problema dell’immigrazione ed il fatto di considerarla come causa dei problemi esistenti, sta diventando un tema su cui si combatte per la stessa sopravvivenza della nostra democrazia. In Germania il nazismo è nato cominciando con l’incolpare gli ebrei di ogni male e convincendo le schiere dei più facinorosi che la sopravvivenza della nazione tedesca dipendeva dalla loro morte.
Questo modo perverso di procedere sta alimentando nel nostro Paese equivalenti processi distruttivi. La destra fascista è sempre più violenta nei propri comportamenti e, più specificatamente, nei confronti degli immigrati, degli zingari. Presto ce l’avrà con gli ebrei, con gli omosessuali e magari anche con la religione cristiana che non è allineata alla loro volontà.
Il voto di astensione del M5S sullo Ius Soli, costituisce una forma di connivenza con l’atteggiamento fascistoide della destra più esasperata.
Salvini è arrivato ad affermare:  “ La Cittadinanza va conquistata! Noi non molliamo! La Cittadinanza non si regala!”.
Chi più e meglio dei cittadini emigrati si è dato da fare per conquistarla? Quanti figli di emigrati sono cittadini italiani più e meglio di quelli che lo sono per diritto di nascita?
Sollevare quesiti di questo genere, però, significa banalizzare i termini del problema. In questo caso fare dei distinguo non serve a niente e a nessuno. La legge sullo Ius Soli, attualmente in fase di approvazione, ci pone di fronte ad un problema di civiltà, lo stesso che si è configurato ai tempi degli squadroni nazisti e fascisti. Sono stati molti gli Italiani che, allora, hanno fatto pesci in barile e sappiamo come è finita. Se non vogliamo che la storia si ripeta, adesso, dobbiamo prendere una posizione netta e inequivocabile.
Negare il diritto di cittadinanza ai figli di immigrati, nati in Italia, significa condannarli a vivere in un vero e proprio ghetto psicologico e sociale. A tutti gli effetti significa compiere un ingiustificato atto di sadismo.
Per risolvere il problema, se fosse necessario, bisogna arrivare a mettere a rischio il Governo e chiedere il voto di fiducia. Il M5S e la Lega stanno creando il caos per mettere in crisi il Governo e andare al più presto alle urne. Se così fosse le forze democratiche del Paese devono accettare la sfida e mettere l’intero Paese di fronte alle proprie gravi responsabilità. Non prendere posizione su questo argomento specifico, come sta facendo il M5S, è da irresponsabili. Se la destra arrivasse al potere il nostro Paese sarebbe immediatamente collocato al di fuori della democrazia e avrebbe finito di discutere su quello che è giusto o sbagliato.
Bisognerebbe solo obbedire.

PS. In queste ore Beppe Grillo ha definito “ un pastrocchio” la legge sullo   “ Ius Soli”. Per questa ragione ha dato ordine ai suoi di non votarla.
Quando è stata approvata alla Camera dei Deputati, alcuni mesi fa, non ha avuto niente da dire. Adesso non gli va bene ma non dice perché. Si limita ad affermare che si tratta di un “ pastrocchio”
Si pensa di “ uccellare” gli elettori dotati di un minimo buon senso raccontando la favola del nonno, si sbaglia di grosso. Di fronte alla gravità della situazione c’è poco da scherzare.
Più che un furbastro, in grado di prendere per i fondelli gli elettori, Beppe Grillo mostra di essere infingardo e di tradire in modo sistematico la fiducia che gli è stata accordata. Chiudi gli occhi di fronte alla realtà e dà una mano allo squadrismo fascista per opportunismo elettorale. Dei problemi che suscita la mancata approvazione di questa legge non gliene importa niente.
Le conseguenze di questa scriteriata decisione, tanto, non saranno mai a carico suo ma dell’intero Paese.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento