AI NOBILI ARTISTI

ritratto di Mauro_Farina

Sulle ormai gialle pagine
di vecchi libri in disuso,
da molto tempo mai aperti
ed ormai troppo impolverati,
mille e più storie
rimangono scritte
lasciando espresso il ricordo
di chi, da troppo
ormai è trapassato:
migliaia di pagine,
sottolineate ed appuntate,
lasciano le proprie conoscenze
ai pochi intenditori
che ormai da nessuno
sono uditi ed ascoltati.
Troppo tempo
sull’intera umanità
è passata
ma per nulla di buono
è stato speso:
tutt’intorno agli eletti,
per proprio pregio
più che per altrui contatti,
poche genti ormai s’affollano:
per tutto questo
la fine sempre più vicina
inconsolabilmente resta;
e di tutto ciò,
che cosa mai ne sarà?
E questi “pozzi di conoscenza”,
che fine mai faranno?
Troppe insensate lamentele
orribilmente vennero innalzate
da questi maligni
che infedelmente
con brevi ‘imprese’
il mondo hanno cercato
di piegare e sottomettere:
ed una fine logorante hanno ricevuto,
tra disgrazie e compassione,
mentre questi scritti ormai ingialliti
i più importanti restano,
come un ornamento fedele
alle vite che per essa
vennero consumate…

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento