Meraviglioso mattino

ritratto di PatriziaB.

Stamattina mi sono svegliata presto.

Tendo le orecchie, silenzio. 

Apro piano gli occhi e vedo già penetrare dalle fessure della tapparella il primo chiarore del giorno. Dormono tutti.

Mi stiracchio pigramente e mi giro dall'altra parte. Il tepore delle lenzuola mi avvolge sornione. Manca ancora molto al suono programmato della sveglia per andare al lavoro, ma sono sicura che non mi riaddormenterò più.

Ho riposato bene e sento di non avere più sonno. E' prestissimo, non sono neanche le cinque !

Uff...mi giro e mi rigiro, non trovo pace. Basta! Butto via le coperte, scendo dal letto e apro la finestra, la giornata si preannuncia bella! Indugio un attimo, in cielo passeggia qualche lieve nuvola, la notte ha appena lasciato spazio alla luce, ma il sole deve ancora alzarsi.

Respiro profondamente l'aria che mi giunge in viso, sferzante. Odora ancora di notturno.

Vado in cucina, accendo la moka del caffè, il suo gorgoglìo è un suono rassicurante che sa di famiglia.

La tazzona colorata accoglie la bevanda calda e profumata, mentre la stringo tra le mani sorseggiando voluttuosamente il liquido nero, penso che potrei uscire a camminare. Da sola.

A quest'ora? E perchè no, mi dico.

Indosso in fretta un paio di jeans chiari, una maglietta, una felpa leggera, una riavviata ai capelli corti e ...via, in strada!

Imbocco un viottolo di campagna vicino casa. Cammino velocemente, senza fatica, senza pigrizia. Respiro con tutta me stessa. Mi sento bene. Caspita, che mattinata strana!

Mi guardo attorno. Le case sono ancora immerse nel sonno. Un inebriante profumo di gelsomino si spande dai giardini, quasi stordisce, esotico ed intenso.

Non c'è nessuno in giro, neppure un'auto, solo un ciclista solitario.

Ovunque intorno un verde brillante, l'erba è rorida, bella, fresca, sa di bagnato. Viene voglia di immergerci il viso... in mezzo ai ranuncoli gialli ed alle margherite che, timide. occhieggiano qua e là. Anche le foglie degli alberi sono lucide di rugiada lasciata dalla notte.

E' un odore fantastico quello che si percepisce e che solletica le nari, un odore di terra, di bosco, di vegetazione umida, di un mondo che si sveglia, che è ancora pulito, lavato.

Passa tra le fronde un leggero vento che pare il rumore dell'acqua che scorre, ed è tutto un fruscio di foglie, un fruscio che pare sinfonia, un fruscio che arriva in faccia, amabile, delicato e forte.

Un fruscio che mi bacia le guance, che mi accarezza i capelli, che mi scivola sulla pelle lasciandomi fresca ed accaldata assieme, che mi penetra nella testa, che mi fa inspirare profondamente per trattenerlo ! E' una sensazione meravigliosa, di rinascita nell'anima, quasi di purificazione, di liberazione!

Continuo a camminare in questo nuovo stato di beatitudine.

Il cielo terso saluta i primi raggi del sole che piano sta stiracchiando le sue braccia sopra i colli.

I bordi delle lievi nuvole sparse si tingono di rosa, tutto il resto è azzurro, un infinito azzurro da togliere il fiato.

Il silenzio che mi circonda è spezzato solo dal gorgheggio brioso degli uccelli e da quel fruscio del vento.

Mi sovviene un verso di Leopardi...

..."E come il vento
Odo stormir tra queste piante, io quello
Infinito silenzio a questa voce
Vo comparando: e mi sovvien l'eterno
...

Mi prende un attimo di commozione...

Quanta bellezza in tutto questo!

La natura si sta svegliando, ho la mente libera, il cuore leggero, una frizzantezza addosso che mi mette le ali.

Respiro ancora profondamente. Sono in pace con me stessa.

Lontano qualche auto comincia a passare, nell'aria il rintocco mattutino delle campane, il sole dorato accarezza il paese.

E' una esperienza fantastica questa camminata imprevista e solitaria, quasi intimista con la natura.

D'improvviso mi assale un ricordo, il ricordo di quando eravamo piccoli e talvolta mia mamma si alzava molto presto per andare al forno. Portava a casa il pane appena sfornato ed i krapfen solo per noi bimbi! Era una festa, una gioia, un evento speciale! Erano morbidi, ancora caldi e profumavano di zucchero e di marmellata.

Mmm...Mi è venuta voglia di dolce!

Ritemprata e carica di energia torno a casa, faccio una bella doccia ristoratrice, mi vesto e mi preparo, mi avvio al lavoro. Prima però mi fermo al bar, mi concedo un caffè fumante e un golosissimo krapfen!

Meraviglioso.

Oggi è iniziato proprio bene!

 

 

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Vecchio Mara

davvero un ottimo inizio di giornata...

regala un sentore di serenità... mi è venuto il desidrio di svegliarmi domattina al sorger del sole, per assaporare pienamente la magia del risveglio della natura. Piaciuto molto.

Ciao Patrizia

Giancarlo

ritratto di PatriziaB.

Grazie! È stata davvero una

Grazie!

È stata davvero una bella esperienza inaspettata! Talvolta sono le cose più belle quelle che ci succedono senza programmarle!

Molto gentile a soffermarti a leggere questo mio breve scritto, anche se non ti conosco!

Un caro saluto riconoscente...

Patrizia

 

Il mattino

Io me li perdo tutti questi mattini meravigliosi, non mi alzo prima delle 10.00. Non so neanche cosa siano a dir la verità e tuttavia, quello che hai descritto mi stuzzica a verificare di persona quanto sia vero, e dunque lo hai descritto davvero bene questo mattino. Ed è proprio così, complimenti e saluti

ritratto di PatriziaB.

Sì, è stata una piacevole

Sì, è stata una piacevole sorpresa anche per me!  Mi era successo un'altra volta al mare, e ho visto il sole alzarsi sull'acqua!  Respiro sospeso!

Mi auguro che tu possa provare quel piacere mattutino anche tu!  È rigenerante!

Grazie molte di aver lasciato un tuo commento, molto gradito.

Patrizia

ritratto di Millina

E' straordinario

come sei riuscita a descrivere il mattino, questo miracolo che si compie ogni giorno nonostante le nostre distrazioni o i nostri impegni che ci portano ad ignorarlo.

Hai saputo trasmettere ogni sensazione, facendo respirare l'aria frizzante che dalle fronde arriva al viso e poi all'anima, regalando vigore ad ogni volontà.

Mi è piaciuta tanto la frase "il mondo ancora pulito, lavato", quel mondo che all'alba si presenta puro, salvo poi venir insozzato impietosamente dalla nostra corsa quotidiana.

E' stato bello e rigenerante vivere questo mattino attraverso le tue parole.

Brava!

Millina