Reverie

ritratto di Donchisciotte

All'umanità

- tutti noi esseri umani dovremmo aiutarci sempre dovremmo godere soltanto della felicità di tutti, l'odio non è mai giustificato l'amore invece per necessità serve alla nostra sopravvivenza. La vita e felice e magnifica ma noi lo abbiamo dimenticato, l'avidità ha corrotto la nostra mente libera e pacifica; la macchina dell'abbondanza non ha portato altro che povertà, la scienza ci ha reso cinici, L'abilità ci rende più duri e cattivi, tutti pensiamo troppo e sentiamo poco; ad esempio noi cerchiamo l'acqua su altri pianeti spendendo un sacco di soldi e invece potremmo spendere li stessi soldi per dare l'acqua a chi su questa terra non la possiede.
Più che macchine ci serve umanità più che abilità ci serve bontà e gentilezza, senza queste qualità la vita e solo violenza e odio. L'avidità che ci comanda e solo un male passeggero, le popolazioni hanno dimenticato come vivere una giusta e buona esistenza, siamo diventati delle amebe, la colpa è dei bruti loro sono sempre uomini che disprezzano, che ci sfruttano, che ci dicono come vivere, cosa fare, cosa dire e cosa pensare, queste persone ci condizionano ci trattano come bestie, sono e noi tutti siamo uomini macchina con macchine al posto del cervello. Il popolo deve uscire da questo bozzo è tornare a vivere perché l'uomo non odia, coloro che odiano non vogliono l'amore e la libertà, noi popolo abbiamo la forza di creare le macchine, la felicità e la generosità noi abbiamo la forza di fare tutto e per questo i bruti ci condizionano, ci rendono schiavi e malvagi così che per loro volere noi generiamo odio e disprezzo. Loro ci hanno detto che tutti si troveranno bene e promettendovi queste cose sono andati al potere, i bruti però mentivano loro non sono mai in grado di fare nulla, le loro sono solo parole, sono loro le vere amebe che cercano le genti capaci per attuare i loro sporchi obbiettivi, non mantengono mai le loro promesse e mai lo faranno, cercano aiuto ma senza il popolo questi dittatori non hanno alcun potere. Il popolo si rende schiavo per suo stesso volere mentre i bruti ci danno solo ordini ma non ordine.
Liberiamoci da confini e barriere, liberiamo il mondo da queste vili catene e liberiamoci dall'odio e dall'intolleranza, libertà pace e giustizia sono più che parole esse sono prospettive.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento