LE DICHIARAZIONI DELLA BONINO: SBARCHI FACILI IN CAMBIO DI FLESSIBILITA' SUI CONTI PUBBLICI

ritratto di Baldo

06 Luglio 2017 - La storia d’Italia, dall’immediato dopoguerra agli anni di piombo fino al presunto traffico d’armi e scorie in Africa, è spesso stata costellata da “accordi inconfessabili” e verità di comodo. Ne ha parlato recentemente anche Bassam Abu Sharif, ex leader del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (Fplp), ricordando il ‘lodo Moro’ e quell’accordo che ha tenuto al riparo l’Italia dagli attentati terroristici degli anni ’70 e ’80. Oggi si torna a parlare di “accordi indicibili” a proposito del rapporto fra governo italiano e Unione Europea, accordi che secondo l’ex ministro degli esteri Emma Bonino hanno visto l’Italia accollarsi volontariamente tutti gli sbarchi dei migranti in viaggio verso l’Europa. In cambio di cosa? Bonino non lo dice, qualcuno pensa alla flessibilità più volte concessa ai nostri governi sui conti pubblici. AMEN

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento