Sogni d'Estate - recensione

ritratto di Giuseppe Bauleo

Sogni d'EstateRoberto è un giovane insegnante con un incarico di supplenza nella scuola media di San Lucido, un piccolo paese sulla costa tirrenica calabrese. Per risparmiare qualcosa, va ad abitare nell'appartamento per le vacanze posseduto dalla famiglia a Torremezzo, una vicina località di villeggiatura, completamente deserta in quel periodo dell'anno. Non se la passa troppo bene, e invita un amico a tenergli compagnia per qualche giorno. Ma è davvero solo annoiato dalla solitudine di quel forzato, anche se conveniente, esilio, o c'è qualcos'altro che lo tormenta? Cosa accade, in realtà, fra i palazzi disabitati, e sulla spiaggia deserta, in quella solitaria località marina immersa nel cuore dell'autunno? Per il suo amico sarà un crescendo di disavventure, strani accadimenti, situazioni paradossali, che sfocerà nella scoperta di un incredibile quanto terribile segreto che, alla fine, metterà in gioco le loro stesse vite.

 

Il titolo, "Sogni d'Estate", gioca sull'equivoco. Il clima dello scritto è ben diverso da quello che, con una tale intestazione, quasi da genere “rosa”, il lettore potrebbe attendersi. Si scoprirà, tuttavia, al momento giusto, che identifica in maniera esatta l’oggetto principale della storia, ambientata, da un punto di vista temporale, a metà degli anni ottanta. Ci sono, ovviamente, anche dei risvolti di tipo sentimentale (e quanti romanzi ne sono privi?), ma l’intero racconto parte e si snoda nei meandri di un mistero che diventa sempre più incombente, sempre meno nascosto, e sempre più inverosimile, fino all’apoteosi finale. Apoteosi che non si chiude con gli eventi conclusivi della vicenda, ma che, negli ultimissimi righi dell’epilogo, quando ormai sembra tutto finito, tutto chiarito, lancia un inquietante interrogativo: quando, in estate, siamo su una spiaggia affollata, a goderci il calore del sole, la brezza del mare, quell’aria piacevolmente salmastra… siamo certi di conoscere la natura del nostro vicino di ombrellone?

 

Il lavoro è disponibile nelle principali librerie on line  (Kindle, Kobo, Mondadori Store, ecc.) in formato e-book, al prezzo indicativo di € 3.99, e, su Amazon, anche in quello cartaceo, a € 9,98. La lunghezza è di 262 pagine. Si tratta di una seconda edizione: la prima, non più disponibile, risale al 1987 (il che motiva la collocazione temporale della storia); l’attuale, opportunamente rivista, è del 2017. Il volume porta, per conformità con la prima pubblicazione, la firma Eusebio Gauppel, pseudonimo (anagramma) di Giuseppe Bauleo, e si rivolge, chiaramente, a un pubblico adulto. Dello stesso autore, anche se con nomi diversi, sono al momento disponibili altri cinque romanzi (noir, fantascienza, fantasy per ragazzi), alcuni racconti, svariati articoli di politica e informatica, e le traduzioni di brevi lavori di H. G. Wells, L. Frank Baum, Edgar Wallace.

Per leggere un'anteprima sul Kindle Store:

https://www.amazon.it/Sogni-destate-Eusebio-Gauppel-ebook/dp/B072LG2JC1/ref=sr_1_6?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1501256116&sr=1-6

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento