Persistenza ad Est

ritratto di Aurelio Zucchi

 

 

Il giorno in cui ti rivedrò, amore,

le nuvole di già avran raccolto

il fermo invito a mettersi da parte

per fare largo a disegnare un cielo

ch’ avrà come costante un volto, il tuo.

 

Tremeremo all’arrivo d’un sospiro,

compendio esatto della storia nostra

che stiamo raccontando a notti chete

eppure avide di passeggiarci dentro.

 

Quel dì ascolteremo le canzoni

composte dall’ottava nota in poi

durante quei silenzi, impreparati

all’assordante eco dei sussurri.

 

D’albe e tramonti perderemo tracce

giacché inventata sarà la fase nova

che chiameremo persistenza ad Est 

nel punto in cui il sole sorge, sempre.

 

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Stefano Centrone

Molto bella

Sai che non sono bravo a commentare le poesie, soprattutto quelle di poeti molto interessanti; io sono ancora alle prime armi (diciamo così) sia come poeta che come critico letterario, ma, a mio avviso, è una poesia che rileggerei diverse volte poiché il significato porta a capire quanto sia importante amare una donna e conoscere il vero senso dell'amore.