TURISTI

ritratto di michael-santhers
Di tutto ricordano solo il posto
dove hanno mangiato bene
e forse il cameriere
in allerta a schiocco di dita
e le foto dei monumenti
a testimoniare d'averli visti
 
Sono i nuovi Attila
seminano plastica e alluminio
e cercano l'erba
qualcuno quella da fumare
 
Scappano da se stessi
per ritrovarsi in fila a contarsi
e tra il primo e l'ultimo
la statistica senza volto
 
Ogni posto è un libro
pagine gli abitanti
e i turisti si fanno selfie
con la copertina
poi dicono quanto è bello
ignari del contenuto
 
Qualcuno decanta
nitidi mosaici visti da lontano
ma sott'occhi, indefinibili
ogni pezzo anonimo abitante
sofferente incastonato per il quadro
magari sgorbio rende il bello
 
Turisti
cercano la propria anima
dove non sono mai stati
e dove veramente la persero
la troverà qualcun altro
per farne un aquilone
a delizia del suo cuore vagabondo
senza pace
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
www.santhers.com

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento