Maria Madalena

ritratto di Friedrich

(da cantare colpendo le vocali, le erre  e le esse con il ritmo duro della metrica spagnola)

 

Bruno Barroso, l’uomo dell’arida Meseta,

come una capra ardita dalla rupe della montagna

portò  un filo d’acqua di sorgente

al recinto delle fragole.                                                                                                                                

 Le dita tozze

raccolgono i rossi chicchi

e li posano come ninnoli                                                                       

nei contenitori.

Le stesse dita premute

sul latte delle capre,

oggi appoggiate  al vetro triste dell’inverno quassù …

 

Se vorrai accompagnare questi versi con la musica del tuo rosario

ti racconterò                                                                                                                                                      

di un pellicano di mare   

volato  sull’altura  per nascondervi la piuma insanguinata.

 

I capelli neri della vita

Bruno  li strinse 

quando nella burrasca

Maria Madalena de Fregenal

al vento del porto al lume che trema

gli entrò nel cuore

mentre lo stringeva

mentre lo baciava

come si bacia colui che si era  perso.

 

Maria Madalena:

l’appassionata, Maria Madalena                                                                                                                      

la sposa amata!

 

-Come sta  Chiara?

E allora gli racconto del tempo sereno che ci accompagna

e vedo il bel sorriso di un tempo di Bruno.

-Beviamo alla vita, amico mio,

ancora un poco.

Beviamo a Maria  Madalena l’affezionata.

Beviamo alla morte e alla vita, amico mio…

 

Mi domando

guardandomi intorno

dove ho pregato se non qui

dove sta di casa il mio amico.

 

 

 

 

Gradimento