SI PUO' SAPERE CHE COS'E' UNA DONNA?

.

“Cos’è una donna?” mi hanno chiesto ieri,

… però mi son trovato impreparato,

ma, poi, scrutando dentro ai miei pensieri

ho ravvisato il suo significato !

 

            Perché non era certo una gallina

            e né un giocattolino alquanto strano,

            neppure una ricetta per cucina,

            né tantomeno un liquido balzano.

 

Ma, poi, intravvidi gli occhi ed i capelli,

un naso ed una bocca da baciare,

due seni tondi, veramente belli,

e un decolleté sublime, da ammirare.

 

            In seguito, scendendo verso il basso,

            ho visto l’eleganza del bacino,

            che non aveva un minimo di grasso

            ed un “di dietro” … magico … divino

 

e ho recepito un senso di attrazione,

un qualche cosa, invero, singolare,

man mano che la splendida visione

prendeva corpo, fino ad afferrare

 

            il suo concetto autentico, reale,

            di quella frase: “Che cos’è una donna?”.

            Soltanto allora, in modo naturale,

            m’è apparsa una figura di madonna …

 

ed ho risposto ai miei interlocutori:

“La donna è una fantastica creatura,

che, in tanti, sia pittori che scultori,

s’impegnano, con stile e con bravura,

 

            a immortalar la forma e la dolcezza,

            il fascino, l’aspetto sensuale,

            ma, soprattutto, quella sua bellezza

            ch’è un vero paradiso celestiale”.

 

Per i poeti, è cosa assai scontata,

perché son sempre pronti a decantare

la donna, come moglie o fidanzata,

perché fa rima con il verbo “amare”.

 

            “Vi chiedo scusa, se mi sono permesso,

            di scrivere dei versi spiritosi,

            ma per la donna, ho nutrito, spesso,

            dei sentimenti veri e rispettosi!”.

 

La donna è un’ammaliante calamita …,

… è il sole che ci illumina la vita !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento