L’ALBA DEL NUOVO

ritratto di Mauro_Farina

Altissimo si leva
questo nuovo sole
che l’alba
di una nuova stagione
per tutti noi rappresenta
e mentre il giorno comincia
le genti tutte, per seguire
ognuno il suo scopo,
si destano dal sonno:
per molti
è stato tranquillo,
ma per tanti è stato
tremendamente burrascoso,
pieno d’incubi di chi
lo sporco gioco ha giocato.
E costoro sempre meno
voglion sapere
delle loro responsabilità
irrisolte tra lagne
e lamenti:
gli orecchi essi
hanno tappato
verso chi
da sempre hanno sfruttato:
ma il tempo sta arrivando
di giudici e giudizi
fino ad ora
sempre inespressi
che i languori
calmeranno
ed i dannati perire
nell’eterno fuoco
faranno.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento