Sul finire dell'estate

La calda estate è finita;
la pioggia a lungo
chiamata
con desio accorato,
da una terra che
da tempo
digiunava
di quell’acqua
avara di presenza,
ora si concede
all’erba rattristita
dalla lunga carestia.
L’acqua si adagia
nel grembo di fiumi
e laghi da tempo
resi sterili e infecondi.
La natura, il creato tutto
riprende nuova vigoria
per vivere una nuova
stagione di vita.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)