Lo smemorato

 

Cosa diranno i nostri eroi

se ti vedono così

a imitare una vocina

credi a me

che più stupida non c'è

mentre porti a spasso il tuo bebè?

 

Ah non posso più ascoltare

dici bubu

e strofini la tua faccia sul visino del bambino

che imbarazzo.

No io non ci sto

tu che t'allattavi al più puro rock

muovi il biberon e gli fai cucù

con una vocina francesina

credi a me

chi è caduto in basso più di te?

 

Profumo di sakè nelle bettole cinesi

tatuaggi rosso sangue

e invasate berlinesi

spezzavi le chitarre come fossero grissini

le urla

che burla

sapere che eri tu

il pezzo di cretino

che cambiando il pannolino

dice: pupu pupu.

 

Ti è rimasto ancora del pudore?

Ricorda Dingo allora, ricorda il suo sudore,

l'anima roca

sotto il riflettore

dei Devil Schmutzig

il gruppo dell'assalto,

il capobanda il trasgressivo Aldo,

e la sua donna, la Pitonessa Nera,

che stese con un pugno quella sera al Belzebù otto disk jokey.

 

Ora ti stai svegliando?

No, non azzardarti a farlo,

ah tu lo stai pensando 

lo vai già sussurrando 

al mostricciattolo nel passeggino …

 

piccino mio mi devi perdonare

ma un tempo sono stato un birichino...

 

Gradimento