La collega

ritratto di Re matto

L'operoso fascino nascosto
dietro un paio di lenti
di labbra distratte, umide
e calde.

Occhi e mani affaccendati
intrisi di semplice competizione
disinteressata, violenta
e piena e pura...

Il corpo nel vento
il colore del sole
la pelle accaldata
e la bocca;
nella mia rima baciata.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Re matto

colleghi

di lavoro, di penna, di giochi e di testa...

accade sempre che ci colpisca la superficie di una conoscenza, anche se datata: in questo modo trasformiamo le persone nell'idea che di loro abbiamo...