Sono?

Sono un'ombra
che vaga nei ricordi di qualcuno
non ho un volto
solo dei contorni
che custodiscono gelosamente
ancora non so cosa
sono un involucro
che secerne ansia e apatia
riempito di fumo ed alcol
contavo su di lei per avere almeno un nome
ma nel mio caso
le speranze sono come l'immaginazione
meravigliose vedute
che non escono dal mio inconscio
restano lì fino a quando
dimentico
alcune volte ho la percezione
d'essere osservato
per poi rendermi conto d'essere invisibile
e che alle mie spalle
c'è qualcosa di meglio da guardare
ho annullato ciò che ero
perchè ero ciò che non sono
ero qualcuno
ora non sono niente
se si è ciò che si fa
mi avvertii vivo solo quando
un vetro penetrò il mio polso
mostrandomi fiotti di sangue
ora vedo una cicatrice
che mi ricorda d'essere vivo
e questa consapevolezza 
mi annienta
forse il problema non sono io
ma ciò che vedo allo specchio

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento