Con. l'on. Roberto Fico (M5S) siamo arrivati alla paranoia politica.

Con l’on.Roberto Fico (M5S)

siamo arrivati alla paranoia politica

 

L’onorevole Roberto Fico, Presidente della Commissione Parlamentare per l’Indirizzo Generale e la Vigilanza dei Servizi Radiotelevisivi, che dovrebbe svolgere con imparzialità l’incarico che gli è stato affidato, nei giorni scorsi ha preso una netta posizione di difesa nei confronti del Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto.

Questo fatto, valutato da qualsiasi punto di vista, è inaccettabile e giustifica da solo la richiesta di dimissioni dall’incarico che sta ricoprendo.

La gravità di questo comportamento deriva dalle ragioni con le quali ha motivato la sua presa di posizione. Roberto Fico ha difeso Antonio Campo Dall’Orto solo perché il PD di Renzi ha criticato il suo operato nel corso della riunione del 28/4/2017.

Lo ha difeso“ A prescindere!” – avrebbe detto Totò.

Questo fatto potrebbe anche far ridere se non coinvolgesse pesantemente un valutazione del livello di civiltà del nostro sistema politico ed il grado di competenza dei suoi esponenti.

Per chi non avesse capito l’onorevole Roberto Fico ha difeso Antonio Campo dall’Orto solo perché è sotto tiro da parte di uomini che fanno parte del Governo. Nelle sue dichiarazioni non si è posto la domanda se chi lo critica avesse ragione e il diritto di farlo (che l’ha!) e se le sue argomentazioni fossero credibili e persino condivisibili. Lui ha deciso di stare dalla parte dell’attuale Direttore Generale Rai  “ A prescindere!”.

Ha evitato di prendere atto delle manchevolezze tecniche esistenti nel nostro sistema televisivo, delle distorsioni prodotte da una strategia operativa che continua a collocare al di fuori dell’azienda la produzione dei programmi più significativi e, infine, l’inconsistenza di un palinsesto costituito da trasmissioni prive di intelligenza e di dignità.

È molto probabile che il Direttore Generale della Rai abbia più di una spiegazione /giustificazione da fornire su quanto sta accadendo. Sarebbe un dovere del Presidente della Commissione metterlo in condizione di difendersi ma, a quanto pare, Roberto Fico ha altre idee per la testa. Vuole andare alla guerra.

L’avere impostato una politica di scontro frontale, muro contro muro, è un atto di grave irresponsabilità a livello individuale e di intolleranza a quello politico. La democrazia comporta la libertà di manifestare un adeguato livello di pensiero e di valutazione. L’analisi critica costituisce la linfa vitale della sua attività e del suo sviluppo. Tutto questo il Presidente della Commissione Parlamentare non lo sa. Per questo si comporta in modo tanto irresponsabile.

Andare ai materassi”, come sta facendo Roberto Fico,  e pensare di risolvere i problemi esistenti facendo ricorso alla legge del più forte, non fa bene a nessuno. Neppure al M5S che continua a dirsi democratico senza esserlo veramente.

Roberto Fico non può pensare di governare con dei diktat, come fa Beppe Grillo a casa sua. Per fortuna in Parlamento abbiamo ancora una Democrazia capace di opporsi alla paranoia di Roberto Fico che sta tentando di dettare legge in una casa che non è solo sua.

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento