Vento

ritratto di spiritodeiboschi

Non puoi più​ possedermi
Oramai..
sono il vento
Che se soffia leggero, ti Carezza
Il viso e i capelli,
Si perde Tra le tue dita.

Ti fa vibrare l'anima,
Lasciando ai sensi l'immaginario e l'oblio
del potrebbe.. Del poteva.. Essere.

Non puoi più catturarmi
Non sono più preda,
Deponi pure
Le tue armi di seduzione,
Oppure cambia il bersaglio.
Il Dio dell'amore è passato e
Si è inchinato all'evidenza incredulo,
Che una sua freccia ha trapassato
Il cuore del vento..
Cadendo a terra,
distante e piangente.
Ma il vento le ha donato
Un sorriso, Sussurrandogli
Che il vento
Può amare solo il cielo,
Ma non occhi che lo guardano.

Oramai sono il vento
Che se spira possente
Con l'impeto e la forza
Può spazzarti via, lontano.
Dove l'orizzonte non ha confini.

Lasciando alla tua memoria,
La scelta di voler o dover
tracciare il percorso immaginario
Che lega il tuo desiderio
Di cercarmi
In un sogno
o trovarmi
In un incubo..
Oramai sono il vento..

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento

non ho capito

per caso, sei oramai il vento???

re