E' PASQUA, RISPETTIAMO LA FESTA RELIGIOSA

.

La Santa Pasqua di Resurrezione

è un giorno prettamente religioso,

nel quale si ricorda la Passione

di Cristo, un sacrificio doloroso.

 

Colombe bianche volano nel cielo,

un simbolo di pace per il mondo

e il pragmatismo puro del Vangelo

invita l’uomo a vivere secondo

 

le tradizioni eccelse della Chiesa.

L’olivo benedetto ricevuto

è il simbolo ch’è prossima l’ascesa

di Cristo che ha pagato il contributo

 

dell’uomo ed è salito sulla croce

per liberarlo al fine dal peccato

originale. Un sacrificio atroce

che il mondo non ha ancora avvalorato.

 

Festività Cristiana il cui valore

è d’importanza immensa per la gente,

perché risorge il Figlio del Signore

che s’è immolato innocentemente.

 

… Il Papa dalla Piazza di San Pietro

concede al mondo la benedizione,

allontanando tutto ciò ch’è tetro

per fare entrar nel cuor l’adorazione.

 

E’ Pasqua, è Pasqua, l’uomo della strada

festeggia questo giorno religioso

vagliandolo, in tal modo, a una sciarada,

un passatempo allegro e lussuoso.

 

La festa della Pasqua è un sacramento

che va onorato in modo assai devoto,

con un concetto ed un comportamento

solenne, senza l’animo nel vuoto !

 

Il giorno della Pasqua si festeggia,

insieme a tutta quanta la famiglia,

il giorno dopo, invece, si campeggia

in comitiva e qui si gozzoviglia

 

uniti con gli amici e i conoscenti.

Un giorno di serena indipendenza,

lontano da pensieri e turbamenti

per vivere in totale compiacenza.

 

Allora celebriamo questa festa

che ci rapporta con la nostra fede,

gustiamoci, con la coscienza onesta,

la Pasqua fino in fondo … e Dio provvede …

 

… Ma non dimentichiamo di restare

onesti sino al giorno della fine,

con l’animo sereno e rispettare

le donne sempre splendide e divine !!!

.

 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Gradimento