metereologia dell'acqua

ritratto di Lysi
 
Acqua informe, senza regole fisse.
Puro oblio, una caduta silenziosa, rallentata, un'assenza di peso per definirla ridente. E’ acqua chiara da bere, in cui specchiarsi,  acqua da gettare dopo aver tolto il fango dalle cose. E’ il rivo sottile che solca la roccia e rallegra l'erba, il rivo ingrossato da un temporale che t’infuria dentro. Cristallo d’ inverno nel brivido dei pini o vetro freddo attraverso cui guardi il mondo. Vapore che abbraccia il cielo e si fa nuvola, cotone da indossare, una solitudine migliore di tanta moltitudine.
Resisti.
Resisti in quel brivido trasparente,  fragile come gli occhi dei timidi, appartato come tutte quelle parole scritte nell’acqua che nessuno troverà mai.  
Non trovi ascolto, tutto è definito, desolatamente nullo. Tutto è quello che è.
Ma ascolta l’acqua segui la sua libertà, segui ognuna di quelle parole invisibili che potrai scrivere e leggere. Che ti ascolteranno portandoti via nell’estensione di mondi veri fatti di parole vere.
Resisti.
Resisti sempre, perché non è attraversando una porta che si arriva in paradiso, occorre attraversare se stessi davanti al mare lasciandosi toccare dall'onda. Dal dolore, per poter tornare.
 
 
 
 

Questo testo è protetto contro il plagio. Questo testo è depositato ed esiste una prova certa della sua data di deposito e/o pubblicazione. Chi ne fa un uso improprio è soggetto alle sanzioni di legge.

Il tuo gradimento: Nessuno (1 voto)

ritratto di Gioxy

risposta

E' nel dolore che si cresce 
che si distinguono i colori 
delle stagioni la unicità .

E' un continuo mistero la vita
basta solo poterla vivere
per disegnare ricordi e tramonti.

Lascia che siano le onde 
A suonarti melodie senza tempo
Mi hai toccato il cuore con gli occhi*
 

ritratto di Lysi

caro Gioxy, molto bella la

caro Gioxy, molto bella la tua risposta, che condivido col pensiero in tutto. 

Da occhio a occhio, un saluto e mille grazie :-)